La Senatrice Vanin in visita alle strutture di Mestre

La Senatrice Vanin in visita alle strutture di Mestre

Ad accoglierla il presidente Davide Giorgi, illustrato il progetto multidisciplinare a cavallo tra sport, sociale e sanitario

 

 

 

La Senatrice della Repubblica Orietta VANIN, membro della 7° Commissione permanente su Istruzione Pubblica e Beni Culturali, ha visitato ieri gli impianti comunali gestiti da Polisportiva Terraglio e Fisiosport Terraglio con sede in via Penello.

 

Accolta dal presidente Davide Giorgi e da una piccola delegazione di dirigenti, la Senatrice veneziana ha risposto all’invito rivoltole nei giorni scorsi dimostrandosi estremamente coinvolta nella descrizione del Progetto 3S che vede da anni la struttura impegnata nella costruzione di un modello integrato di presa in carico della persona a cavallo tra gli ambiti sportivo, sociale e sanitario-riabilitativo.

 

Particolarmente colpita dal racconto dei 35 anni di storia della realtà mestrina, dalla molteplicità dell’offerta, dalle dotazioni strumentali e dalle dimensioni del settore sport disabili, la rappresentante dello Senato ha espresso la volontà di voler approfondire la conoscenza del particolare modello di gestione e di approccio all’utenza proposto, riservandosi di farsene portavoce nell’ambito delle proprie competenze istituzionali.

 

“Ritengo questa esperienza di grande livello, una ricchezza per tutto il nostro territorio che mi onoro di rappresentare al Senato. Sarò ben lieta di tenere aperti d’ora in avanti i contatti con a struttura, che in particolare per il lavoro svolto in ambito di disabilità merita certamente una costante attenzione. Faccio i complimenti a tutti, per il lavoro svolto e per i progetti di sviluppo anche in altri territori della regione che sono in itinere”, le sue dichiarazioni al momento dei saluti in chiusura di visita.

 

“Siamo felici di aver potuto mostrare ad una così alta carica dello Stato una realtà del territorio di cui è espressione in Parlamento: il nostro impianto ed il nostro lavoro sono un patrimonio di tutta la nostra comunità, ed è per noi importante venga conosciuto ed apprezzato anche da chi ha responsabilità rappresentative. Sono certo che da oggi possa nascere una proficua collaborazione finalizzata al bene dei nostri concittadini più fragili”, ha dichiarato il presidente Davide Giorgi.