STORICO!! I BLACK LIONS ALLE FINALI SCUDETTO!!!

Netta vittoria a Milano e biglietto staccato per le finali nazionali di Lignano del 27 e 28 maggio, ultima passerella in casa il 30 aprile

Con la netta vittoria di ieri sera in casa dei Dream Team Milano, i Black Lions Venezia centrano per la prima volta nella loro breve storia lo splendido obiettivo della qualificazione ai playoff Scudetto, timbrando il pass per la due-giorni che il 27 e 28 maggio vedrà i lagunari impegnati a Lignano contro Sharks Monza, Coco Loco Padova e una tra Thunder Roma e Skorpions Varese, la crema del wheelchair hockey in Italia.

 

Una soddisfazione enorme per tutto l’ambiente della Polisportiva Terraglio, che fin dall’anno della fondazione nel 2011 ha sempre creduto in questo progetto nato in collaborazione con la UILDM di Venezia e cresciuto nel corso del tempo sia nel livello competitivo, sia nei numeri degli atleti tesserati, come dimostrato dalla creazione del progetto gemello dei Treviso Bulls che ben si stanno comportando in Serie A2.

Al solito, è la difesa l’arma migliore dei ragazzi di coach Jgnea, che infatti nelle statistiche stagionali risultano la squadra con meno gol fin qui subiti in campionato.

 

PRIMO QUARTO. A Milano sono i leoni ad andare in vantaggio, grazie ad un rigore concesso al 2’ per invasione d’area: sul dischetto va Giliberti, memore del rigore decisivo sbagliato all’andata, ma stavolta il giocatore mantiene la freddezza e la mette dentro.

Al 5′ sono però i difensori veneziani ad invadere la propria area, lasciando al meneghino Ronsval la possibilità di trasformare il rigore per il momentaneo pareggio, con lo stesso giocatore che dopo un minuto sorprende la difesa veneziana con un giro porta che vale il vantaggio per i milanesi.

A 3 secondi dalla fine del primo quarto punizione per i Black Lions, Franzò tocca per Giliberti che fa partire un missile potente e preciso che si insacca alle spalle della portiera milanese Laganà per il parziale di 2 a 2.

 

SECONDO QUARTO. Il secondo quarto è di studio reciproco tra le squadre che non affondano lasciando invariato lo score.

 

TERZO QUARTO. Nel terzo quarto si scatena Giliberti che con un uno-due micidiale al terzo e quarto minuto chiude di fatto la partita scavando un gap importante che frastorna gli avversari tanto da andare ancora a segno al 6′ per il 5 a 2 con cui si va all’ultimo riposo.

 

ULTIMO QUARTO. I milanesi ormai non ci credono più e sembrano più che altro cercare di limitare i danni. Al primo minuto altro rigore per i leoni veneziani e ancora Giliberti a trasformare superando l’esperto Rutigliano. Al 5′ arriva anche la rete del giocatore-allenatore Jignea per il definitivo 7 a 2. Con le sei reti personali in archivio, a due minuti dalla fine esce la superstar di giornata Giliberti per capitan Corò, tra gli applausi dei numerosi tifosi veneziani al seguito.

 

Prima di concentrarsi sulle Finali Scudetto, i Black Lions Venezia torneranno al palazzetto di via Penello a Mestre per l’ultima partita in casa della stagione: appuntamento al 30 aprile con ingresso libero per tutti ed un grande terzo tempo finale.

 

Il tabellino del match:

 

Dream Team Milano – Black Lions Venezia 2 – 7 (2-2; 2-2; 2-5; 2-7)

 

Dream Team Milano: Laganà, Bruno, Baidi, Ghislotti, La Cara, Ronsval (2 reti), Rutigliano, Masini, Fumagalli, Bonasia, Orbai. All. Solci

 

Black Lions Venezia: Ranzato, Franzò, Di Ruzza, Giliberti (6 reti), Jignea (1 rete), Rama, Pagano, Corò. All. Jignea

 

Leave a reply