ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA, ULSS12 IN VISITA A FISIOSPORT

Presenti l’attuale Direttore ai Servizi Sociali dott. Claudio Beltrame ed il suo prossimo sostituto, dott. Gianfranco Pozzobon, alla prima uscita ufficiale nel territorio

Si è svolta presso le strutture del Poliambulatorio specialistico per la riabilitazione Fisiosport Terraglio di Mestre la visita della Direzione ai Servizi Sociali dell’Azienda Ulss 12 in merito al progetto di implementazione dell’esperienza acquatica nell’accompagnamento al parto, sfociato a fine 2015 nel corso di preparazione alla nascita a cura delle ostetriche professioniste dell’Ulss 12 Veneziana nell’ambito del “Progetto Territoriale Ospedale e Comunità Amica del Bambino”.

Erano presenti per conto dell’Azienda il dott. Claudio BELTRAME, attuale Direttore ai Servizi Sociali e della Funzione Territoriale, ed il suo successore, dott. Gianfranco POZZOBON, proveniente con eguale ruolo dall’Ulss 15 “Alta Padovana” e incaricato dal Direttore Generale Giuseppe DAL BEN lo scorso 1 febbraio. Per il dott. Pozzobon si tratta della prima uscita ufficiale sul nuovo territorio che lo vedrà pienamente insediato dal prossimo 1 marzo.

Ad accogliere i due dirigenti, accompagnati dal Direttore del Distretto 4 dell’Ulss 12 dott. Federico MUNARIN, il presidente del Gruppo Terraglio Davide GIORGI e la coordinatrice del team di ostetriche Loretta ZORZETTO.

Il corso di preparazione alla nascita ha lo scopo di preparare le future mamme ad affrontare in modo più consapevole e sereno la gravidanza, il travaglio, il parto e il post-parto, con il coinvolgimento partecipe dei futuri papà.

Il corso, della durata di otto settimane (otto incontri di 3 ore e mezza presso Fisiosport Terraglio e due incontri di 3 ore e mezza presso l’Ospedale alll’Angelo), prevede una parte di lavoro esperienziale IN PALESTRA – informativo e di condivisione, per acquisire una migliore conoscenza del proprio corpo, delle modalità di assistenza in travaglio e delle diverse posizioni del parto – e una parte di lavoro corporeo IN PISCINA, al fine di promuovere la continuità assistenziale attraverso l’uso dell’ambiente acquatico come esperienza in gravidanza, assistenza in travaglio e parto in acqua.

Vi possono accedere le future mamme a partire dal settimo mese di gravidanza, previo pagamento del ticket sanitario di Euro 36,15 ed iscrizione al Percorso Nascita su richiesta dello specialista o con impegnativa sanitaria regionale. Le professionalità dell’Azienda ULSS 12 coinvolte sono quelle dell’Ostetrica, del Pediatra e dell’Anestesista.

Dal momento dell’avvio del progetto i corsi sono già arrivati al sesto ciclo per oltre 60 coppie coinvolte, un dato che ha superato abbondantemente quanto previsto spingendo per un potenziamento del servizio attraverso l’implementazione di un Ostetrico, con obiettivo di raggiungimento, entro la fine del 2016, di quota 250 coppie partecipanti.

 

Positivamente impressionato il neo-Direttore Pozzobon, che ha commentato: “I dati parlano da soli e raccontano di un successo innegabile, frutto di una reale condivisione tra Comune di Venezia, Azienda Ulss ed un ente accreditato come Fisiosport: una  esperienza significativa in cui il concetto di  rete  ha trovato realizzazione”.

Presentato a latere da parte del presidente Davide Giorgi il Progetto 3S del Gruppo Terraglio, basato sulla profonda interazione tra gli ambiti Sanitario, Sociale e Sportivo nella presa in carico delle persone in condizione di disabilità. “Trovo questo progetto – ha proseguito il dottor Pozzobon – di grande interesse per la comunità di questo territorio, e ritengo che un centro con queste caratteristiche e queste professionalità sia un patrimonio davvero importante. Ne seguirò volentieri l’evoluzione supportandolo laddove ciò sia necessario nell’ambito delle mie competenze”

 

Il presidente Giorgi ha poi descritto al Direttore Pozzobon il progetto presentato recentemente presso la Regione Veneto, dopo l’avvallo del Comune di Venezia e dell’Azienda Ulss 12 Veneziana, per la costituzione di un Presidio Diurno Riabilitativo, struttura intermedia di natura extra-ospedaliera per la continuità riabilitativa post-dimissione: “La collaborazione con l’Azienda Ulss 12 Veneziana è massima e dovrebbe portare a breve allo start-up anche nel nostro territorio di questa tipologia così importante”, ha detto Giorgi descrivendo l’iniziativa, che prevede una fase di sperimentazione di due anni. “L’auspicio è che la Regione valuti maturi i tempi per procedere all’avvio di un iter che è certamente piuttosto complesso, ma che al termine valorizzerà in maniera molto importante l’offerta complessiva dell’Azienda rivolta alla cittadinanza veneziana in condizione di disabilità”.

 

Leave a reply