Sinfonia numero 11 per la Convention Regionale Special Olympics

sul palco del Teatro Astra di Vicenza in scena il meglio di un Veneto in crescita ma comunque capace di interrogarsi su se stesso

Mattinata di emozioni, informazioni e istituzioni, nel pomeriggio spazio ai Tavoli tematici


Preceduto dal godibilissimo preludio musicale del duo jazz composto da Sara Fortini e Matteo Vallicella (studenti del Dipartimento Musica Jazz del Conservatorio di Vicenza), si è svolta oggi con la consueta partecipazione di pubblico l’undicesima edizione della Convention Regionale Special Olympics, ospitata per la prima volta da Vicenza nell’ambito delle iniziative per la candidatura del capoluogo a “Città Europea dello Sport 2017”.

Sul palco del Teatro Astra, condotto con garbo dalla Direttrice Regionale Elisabetta PUSIOL e dalla Direttrice Provinciale Claudia TREVISO, aiutate dall’atleta dello Schio Nuoto Manola MARTINI, è andato in scena in due ore e mezzo a cavallo tra informazione e spettacolo il racconto di ciò che il Veneto è riuscito ad esprimere in un anno di attività frutto di un impegno che pone la regione stabilmente tra i movimenti leader a livello nazionale.

Dopo i saluti iniziali ad opera dei Direttori Provinciali presenti, che hanno elencato le società attive nei rispettivi territori, spazio alle numerose autorità che non hanno voluto mancare di far sentire agli atleti e ai famigliari in platea la loro vicinanza: sono così saliti sul proscenio il Governatore Area 1 del Panathlon Flavio ZAMPIERI (all’ultimo uscita ufficiale avendo esaurito il mandato quadriennale) accompagnato dalla delegata allo Sport Disabili Ivana MORESCO, entrambi ad assicurare la continuità del solido rapporto costruito negli ultimi anni; il presidente regionale dell’associazione Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia Giancarlo PAULON; l’Assessore comunale alla Formazione Umberto NICOLAI, che ha sottolineato l’onore per tutta la città nell’essere stata scelta come sede della Convention; il presidente del CIP Veneto Ruggero VILNAI, che ha evidenziato come la regione sia terra di eccellenza anche nello sport per disabili grazie allo stretto rapporto di collaborazione tra mondo paralimpico e mondo Special Olympics, con Vicenza in primissimo piano, uno schema che ancora non trova sponda allo stesso livello in ambito nazionale; il presidente del CONI Veneto Gianfranco BARDELLE, con il suo messaggio di uguaglianza nello sport, uno dei collanti più importanti della società italiana chiamata mai come ora a fare squadra per ottenere uniti quei risultati che individualmente non sarebbero raggiungibili; Il delegato provinciale CONI point Vicenza Giuseppe FALCO; l’Onorevole Daniela SBROLLINI, vice-presidente della Commissione Affari Sociali e Sanità della Camera, che ha assicurato l’impegno trasversale del Parlamento sul capitolo del sostegno alla disabilità nel nuovo disegno di legge sullo sport; la professoressa Sira MIOLA – Ufficio VIII Territoriale di Vicenza per l’Educazione Fisica, che ha messo in luce la rete di relazioni e progetti condivisi in tutto il territorio tra il mondo della scuola, CONI, Panathlon e Istituzioni grazie a Special Olympics, con oltre 300 studenti nel 2015 e l’obiettivo di raddoppiarli nel 2016; Alessandro PALAZZOTTI, vice-presidente e anima storica di Special Olympics Italia, ispirato nel cogliere l’animo femminile di Special Olympics, fondato da una donna e diretto in Veneto come in tutta Italia da donne.

Terminato il doveroso momento istituzionale, la Direttrice Provinciale Claudia TREVISO, da buona padrona di casa, ha presentato il movimento della sua città, Vicenza, che grazie alla fantastica avventura del Torch Run di Venezia 2014 ha costruito una rete di relazioni sempre più ricche con l’ambito delle cooperative sociali e con il mondo della scuola: da qui è nato il successo andato oltre ogni più rosea aspettativa della “Strike Cup 2015”, progetto di bowling unificato svoltosi presso gli impianti “Le Alte” che ha coinvolto studenti cittadini e atleti Special Olympics.

Quindi spazio ai programmi di sport unificato: il referente regionale Andrea CARNIATO ha presentato la prima edizione del Torneo Special Basket Unificato Nord-Est, partito a dicembre e destinato a chiudersi a maggio, con otto squadre suddivise in due gironi (7 venete più un team di Gorizia). A seguire il referente regionale per il calcio Paolo MAZZOBEL (che non ha mancato di lanciare un forte appello alle società di calcio regionali affinché al di là dei tanti complimenti comincino ad aprire veramente le porte a questa straordinaria forma di integrazione ed interazione), con la terza edizione del torneo interregionale di Calcio a 5 Unificato (da febbraio a giugno, con sei squadre a cavallo tra Veneto-Trentino-Emila Romagna e Lombardia).

Toccante, prima del momento dedicato ai Giochi Mondiali, il ricordo dedicato a Marco DELL’ORO, scomparso improvvisamente lo scorso novembre a poche settimane dalla sua nomina come referente tecnico nazionale per la Vela, entrata ufficialmente nei programmi sportivi Special Olympics Italia grazie alla sua meravigliosa testardaggine in occasione di Venezia 2014, quando volle a tutti i costi inserirla tra le discipline dimostrative superando enormi difficoltà organizzative. Grazie a quell’esperienza è nato recentemente a Chioggia il primo team velico Special Olympics, protagonista assieme a tanti nomi importanti della vela di un evento in suo onore che si terrà nuovamente a Venezia questa estate.

Premiati i Comitati Organizzatori Locali dei due Play the Games 2015 di Preganziol (nuoto) e San Giovanni Lupatoto (tennis) – eventi che nel 2016 si terranno per la ginnastica artistica dal 29 aprile al 1 maggio a Padova; per il tennis tavolo il 29 luglio a Lentiai (BL) e per il bowling dal 9all’11 settembre a Vicenza – via alle emozioni fortissime nel racconto dei Giochi Mondiali Estivi Los Angeles 2015, con i cinque atleti veneti che hanno preso parte ai Giochi Mondiali Estivi di Los Angeles 2015 (Alessio CARPENEDO della Polisportiva Terraglio di Mestre per il nuoto, Alice SORATO dell’associazione Sorriso di Mira per la ginnastica artistica, il vicentino Riccardo ZONTA dell’associazione I Can di Breganze-Vicenza per il tennis, Davide VIGNANDO e Riccardo PIGGIO per il calcio a 5 Patavium).

Subito dopo i ragazzi, tutta l’emozione di un’esperienza così straordinaria nella testimonianza del Sovrintendente Stefano LUCARELLI, tedoforo volontario in servizio presso la Questura di Venezia e rappresentante unico della Polizia di Stato ai Giochi californiani nel programma internazionale Law Enforcement legato al Torch Run, capace di commuovere e commuoversi nel raccontare alcuni aneddoti vissuti nei 21 giorni passati in missione ufficiale in California assieme agli atleti, avendo fatto tesoro di come “in Special Olympics non esistono sconfitte, ma lezioni di vita”.

Annunciati poi i tre atleti veneti che prenderanno parte ai Giochi Mondiali Invernali Austria 2017, in programma a Schladmig, Ramsau e Salisburgo: i selezionati sono Mirco CAVALLI (I Can – Breganze) per lo sci di fondo; Michael CAROLLO (Rari Nantes Marostica) per lo sci alpino e Raffaele BOSCOLO (Aspea Padova) per lo sci alpino.

In chiusura, il saluto finale dell’Assessore regionale alle Politiche Sociali Manuela LANZARIN: “In questi primi sette mesi di mandato ho avuto modo di conoscere Special Olympics in occasione del doppio incontro con atleti e dirigenti veneti impegnati ai Mondiali di Los Angeles, trovando una realtà umanamente e sportivamente ricchissima. Questo programma è di grande importanza perché il senso di appartenenza a una comunità e a un territorio passa anche attraverso lo sport, e il lavoro così profondo fatto da tecnici, volontari e famiglie per una reale inclusione sociale di questi magnifici atleti rende di fatto la nostra regione una realtà più coesa e completa”.

Dopo due ore e mezza letteralmente volate, sui titoli di coda il passaggio del testimone alla sede della dodicesima Convention, la bellunese Feltre!

 

 

 

Leave a reply