WATSU E AI CHI, UNA SETTIMANA DI EMOZIONI LIQUIDE

Tre appuntamenti di avvicinamento, poi un weekend di approfondimento: la Polisportiva Terraglio esplora la nuova dimensione di Watsu e Ai Chi grazie al Maestro Italo Bertolasi

L’Ai Chi – il nuovo Tai Chi acquatico – è stato creato agli inizi degli anni ’90 da Jun Konno, ex trainer della nazionale olimpionica di nuoto giapponese che oggi dirige il famoso “Aqua Dynamics Institute” di Yokohama. L’Ai Chi è un nuovo bodywork acquatico che ci propone i movimenti calmi del Tai Chi “danzati” questa volta in un’acqua tiepida – 35° – e bassa – 1,20 mt. d’altezza. la danza dell’Ai Chi è fatta di movimenti armonici che ripetono le forme rotonde del cerchio e che seguono la “danza” del respiro. Il corpo allora si vivifica. La mente si rischiara e si “accende” e una nuova consapevolezza che ci farà percepire con più attenzione tutto quello che si muove fuori – il lavoro dell’acqua sul nostro corpo – e dentro di noi – sensazioni ed emozioni.

italo bertolasi con jun konno, il Maestro giapponese inventore di Ai Chi

La Polisportiva Terraglio è stata lieta di ospitare il suo primo percorso attraverso questa affascinante disciplina, in una fusione molto interessante con il Watsu: la settimana era la penultima di luglio, cominciata con tre tappe dedicate al Watsu nella sua forma più divertente (il programma è denominato ACQUA CHE RIDE), con la SERATA BLU dedicata all’Acqua programmata per Lunedì 20 luglio, poi la SERATA GIALLA dedicata al Fuoco mercoledì 22 luglio e la SERATA VERDE dedicata alla Terra venerdì 24 luglio. Il costo per singola serata era di Euro 15,00  e comprendeva anche un aperitivo leggero: inizio alle ore 20:00 e termine alle ore 23:00, dalle 20:00 alle 20:45 con degli esercizi a terra, dalle 21:00 alle 23:00 con operatori in formazione per un’indimenticabile esperienza Watsu. SU RICHIESTA è stato possibile procedere con una seduta individuale tenuta dal Maestro Bertolasi, al costo di Euro 30,00.

Nello stesso weekend, sabato 25 e domenica 26, con orario dalle 09:00 alle 18:00, spazio all’esperienza Ai Chi, aperta a tutti (sia ad utenti già in formazione Watsu, sia a neofiti interessati ad un percorso esperienziale a metà tra la dimensione corporea e quella meditativa).

La due giorni si componeva di 15 ore complessive al costo per persona di Euro 140,00, coordinata dal Responsabile Watsu della Polisportiva Terraglio, Carlo Zaja.

Davvero entusiastiche le impressioni da parte dei partecipanti e del Maestro Bertolasi, tanto che nella programmazione della prossima stagione la Polisportiva Terraglio inserirà stabilmente l’Ai-Chi tra le sue attività ufficiali.

ITALO BERTOLASI – PROFILO | Dopo una lunga formazione con le principali culture sciamaniche tra Himalaya, Giappone e Cina, nel 2004 ha incontrato in Giappone Jun Konno, ideatore dell’Aichi, e con lui dal 2005 iniziato a promuovere in Italia i primi corsi di questo nuovo tai chi acquatico. E’ presidente della neonata associazione AICHI ITALIA – www.aichi.it. E’ insegnante accreditato di Sensitive Gestalt Massage e di Watsu. E’ stato fondatore di Watsu Italia e oggi é promotore del “Watsu Orizzontale”, facile e piacevole, dove si esplorano le “frontiere” dell’abbandono e della fluidità in acqua. www.watsu.it I suoi interessi nel mondo del volontariato e dei progetti umanitari lo vede oggi protagonista nell’associazione “Clown One Italia Onlus” fondata da Ginevra Sanguigno e dal famoso medico clown Patch Adams – www.clowns.it – che vuol promuovere missioni nei paesi in guerra e in altri con emergenze umanitarie. E’ autore di libri e DVD sugli argomenti dei suoi interessi .

Leave a reply