Accordo S.M. della Pietà - Polisportiva Terraglio

PARTE LA COLLABORAZIONE TRA LE DUE REALTA’ CITTADINE NEL SEGNO DEI BIMBI DISAGIATI

È stato firmato questa mattina, presso la sede della Piscina Sant’Alvise di Cannaregio in Venezia, l’accordo che per i prossimi due anni legherà l’I.P.I. “Santa Maria della Pietà” e la Polisportiva Terraglio su un progetto relativo ai bimbi ospiti dell’Istituto e alle loro mamme.

 

Erano presenti alla conferenza stampa la presidente dell’Istituto La Pietà, Maria Laura FACCINI, con il suo direttore Massimo ZUIN, il presidente della Polisportiva Terraglio, Davide GIORGI, il presidente della Nuoto Venezia, Ugo DI MAURO (le due associazioni hanno formato assieme la Sant’Alvise srl cui il Comune di Venezia ha assegnato la gestione dell’impianto veneziano) e il direttore tecnico e coordinatrice di Sant’Alvise Elisabetta PUSIOL.

Davide Giorgi e Maria Laura Faccini siglano l'accordo

Il progetto si sostanzia nella possibilità, offerta ai bimbi e alle loro mamme ospiti dell’Istituto, di accedere gratuitamente alle attività e ai corsi proposti dalla piscina durante tutto l’anno, oltre che ai campus estivi organizzati presso la medesima struttura.

 

Sono inoltre stati concordati alcuni meccanismi di coinvolgimento in ambito lavorativo (attività ordinaria e centri estivi) presso gli impianti di Sant’Alvise per le mamme dei piccoli ospiti dell’Istituto, che per parte propria opererà parallelamente in termini di coordinamento e promozione delle attività.

un momento della conferenza stampa preso la hall della Piscina Sant'Alvise

“Ad un anno e mezzo dall’inizio di questa nostra avventura veneziana qui a Sant’Alvise, superata la prima fase di complicato riavvio della struttura ci sembrava il momento giusto per muoverci anche in centro storico con le stesse modalità con cui da più di 30 anni operiamo in terraferma sui temi del sociale”, ha aperto la conferenza Davide GIORGI. “Il nostro impianto deve essere vissuto appieno dalla città, in particolare da quella parte di essa che si trova in condizione di fragilità. L’Istituto La Pietà è parte della storia di Venezia, e da sette secoli il suo impegno a supporto dei bimbi e delle loro madri in condizione di disagio lo rende un punto di riferimento incredibilmente importante ed un motivo di grandissimo orgoglio per Venezia, il che rende per noi questo accordo particolarmente prezioso al di là dei suoi contenuti”.

foto di gruppo di alcuni degli istruttori della Piscina Sant'Alvise

“Quando qualche mese fa la Polisportiva Terraglio – che da anni interpreta molta parte delle sue attività sportivo-motorie come completamento di un percorso più ampio dedicato alla presa in carico della persona fragile – ci ha contattato chiedendoci come potevano essere messe in rete le nostre due realtà, abbiamo fin da subito sentito una grande sintonia che ci ha spinto a lavorare all’elaborazione dell’accordo siglato oggi”, le parole di Maria Laura FACCINI. “Grazie a quanto concordato, per i prossimi due anni i nostri bimbi avranno accesso a tutte le attività proposte dal centro Sant’Alvise, compresi i centri estivi, a titolo gratuito, con un inserimento tale e quale a quello degli altri bambini già iscritti. Questo, in termini di inclusione sociale, ha un valore enorme, a maggior ragione laddove tali attività prevedano momenti di condivisione con le madri. In un momento storico particolarmente difficile per le istituzioni, che non riescono più a garantire il sostegno economico al welfare come in passato, il fatto che due realtà come le nostre decidano di condividere iniziative importanti come questa è il segno di come la società civile possa diventare protagonista di un nuovo tessuto sociale, con il terzo settore a giocare un ruolo sussidiario sempre più importante”.

 

 

Leave a reply