LA VISITA DI CHISSO A FISIOSPORT TERRAGLIO: "BRAVI, CONTINUATE COSI'"

L’ASSESSORE RENATO CHISSO IN VISITA A POLISPORTIVA TERRAGLIO E FISIOSPORT TERRAGLIO: “LA REGIONE VENETO ORGOGLIOSA DI QUESTO IMPIANTO E DEL VOSTRO LAVORO, CONTINUEREMO A SUPPORTARVI NELLE VOSTRE INIZIATIVE”

PRESENTATO UFFICIALMENTE “VENEZIA INSIEME”, IL PROGETTO IN PARTNERSHIP CON UILDM VENEZIA PER LA CREAZIONE DEL PRIMO PRESIDIO RIABILITATIVO DIURNO DEL NOSTRO TERRITORIO

 

 

Mestre, 30 giugno 2012

Una visita amichevole ma approfondita, la conferenza stampa per l’ufficializzazione di “Venezia Insieme”, poi la celebrazione dei campioni di Special Olympics: la mattinata di Renato CHISSO, assessore regionale alla mobilità e alle infrastrutture, è filata via liscia tra i tanti sorrisi ed il calore degli atleti Special Olympics, reduci dai trionfi nel nuoto ai Giochi Nazionali di Biella delle scorse settimane.

 

 

“Una struttura meravigliosa, e del resto la Regione lo ha insignito della qualifica di IMPIANTO REGIONALE DI ECCELLENZA non a caso – ha commentato Chisso prima di procedere alla conferenza stampa. Il nostro contributo (500.000 Euro a fronte dei 2.500.000 Euro investiti, ndr) è stato certamente impiegato al meglio, dobbiamo riconoscere il giusto merito per il coraggio e la perseveranza del gruppo che lo ha così fortemente voluto e che lo gestisce così bene”.

 

Guidati dal presidente del Gruppo Terraglio Davide GIORGI, dopo aver verificato servizi, strumenti e strutture presenti nel Centro Riabilitativo FisioSport Terraglio, gli ospiti hanno preso parte alla conferenza stampa che ha ufficialmente presentato all’opinione pubblica il progetto “VENEZIA INSIEME”: relatori, lo stesso Davide GIORGI, il dottor Giampietro BONIVENTO – primario di Fisiatria all’Ospedale Classificato Villa Salus, Luciano FAVRETTO – presidente UILDM Venezia, e naturalmente l’assessore Renato CHISSO.

 

“La necessità di dotare anche il nostro territorio di un presidio extra-ospedaliero per la riabilitazione è ormai un fatto eclatante ed una necessità improrogabile – ha dichiarato il dott. Bonivento dopo i saluti di rito del presidente del Gruppo Terraglio Davide Giorgi. Dopo la fase acuta e la degenza in ospedale, i nostri concittadini colpiti da disabilità sono costretti a migrare verso strutture – per citare solo quelle più vicine – come quelle di Motta di Livenza o di Conegliano, con gravi disagi per loro stessi e per i familiari che li accompagnano dedicandosi ad un impegno enorme in termini di tempo e di spesa. Con il progetto VENEZIA INSIEME si concretizza quella risposta che da anni in città non arrivava, ed il fatto che a presentarelo dopo mesi di lavoro intensissimo siano due realtà come UILDM e FISIOSPORT TERRAGLIO è un segnale concreto della volontà di fare rete tra chi, con questi problemi, convive quotidianamente mettendoci esperienza, passione e capacità di visione”.

 

Luciano FAVRETTO, presidente UILDM Venezia: “VENEZIA INSIEME mette a servizio dei tanti cittadini che ne hanno bisogno un importante bagaglio di conoscenze, di strutture, di professionalità e di competenze maturato nei tanti anni di attività con l’utenza disabile da parte sia di UILDM che di POLISPORTIVA TERRAGLIO attraverso il nucleo di FisioSport. Seguendo le indicazioni del nuovo Piano Socio Sanitario recentemente approvato dalla Regione Veneto, il progetto fissa l’obiettivo di dotare la cittadinanza di un Presidio Riabilitativo Extra-Ospedaliero con il criterio della prossimità territoriale, cioè accessibile senza spostarsi dal proprio territorio, cosa al momento impossibile nel complesso delle tre ASL (ULSS 12 VENEZIA – ULSS 10 SAN DONA’/PORTOGRUARO – ULSS 13 DOLO/MIRANO) che ne fanno parte. UILDM e FISIOSPORT si sono impegnate in mesi di duro lavoro per creare in condivisione la struttura organizzativa, logistica e professionale, superando qualunque logica di tipo commerciale ma impegnandosi in una prospettiva di reale servizio. Il Presidio si sostanzia nelle due strutture di Marghera (attuale sede di Protos Abilita – UILDM Venezia) e della Favorita (sede di FisioSport all’inizio del Terraglio), garantendo un’ottima copertura territoriale e prevedendo un sistema di vasi comunicanti per garantire la migliore risposta personalizzata alle esigenze riabilitative di un’utenza che si aggira attorno alle duemila unità, di cui circa la metà in situazione di disabilità complessa”.

 

Davide GIORGI, presidente Gruppo Terraglio: “La data di oggi segna un momento importantissimo nella storia della nostra società, un momento che ci rende particolarmente orgogliosi per il contributo che siamo certi questo progetto saprà dare all’utenza disabile del nostro territorio. Il contatto quotidiano con il mondo della disabilità, sia per l’attività terapeutica, sia per quella sportiva e sociale, ci fa toccare sempre più con mano le difficoltà vere di queste famiglie, aggravate oltre ogni misura dal particolare momento economico che stiamo vivendo. Il progetto VENEZIA INSIEME è una risposta a queste difficoltà, una risposta alla quale abbiamo voluto dare voce unica unendo più voci, oltre alla nostra quella della UILDM e dei tanti amici che hanno voluto mettere a disposizione il loro tempo e la loro professionalità. Le belle parole dell’assessore Renato Chisso sulla nostra struttura sono per noi uno stimolo a fare sempre meglio: il contributo della Regione è stato fondamentale per creare FisioSport, sono certo che anche sul progetto VENEZIA INSIEME il suo supporto sarà determinante vista la grande sensibilità dimostrata fin dalle prime fasi del progetto”.

 

In chiusura, prima di consegnare una coppa in vetro come riconoscimento ufficiale da parte della Regione Veneto per le tante medaglie vinte dai nuotatori della squadra Special Olympics della Polisportiva Terraglio ai Giochi Nazionali di Biella, il pensiero sintetico ma estremamente concreto dell’assessore Renato CHISSO: “La Regione Veneto appoggia pienamente il progetto VENEZIA INSIEME. Il percorso che abbiamo condiviso prima con FisioSport ed ora con questo importantissimo sviluppo è un percorso che vogliamo fare assieme, fianco a fianco: lo ha chiaramente evidenziato il nuovo Piano Socio Sanitario approvato nei giorni scorsi in Regione, lo confermo io qui oggi. Credo si tratti di un atto dovuto ai nostri cittadini che si trovano in situazioni meno fortunate, l’impegno è preso e non verrà meno”.

 

 

 

Leave a reply