BAMBINI TERRIBILI, TEMPO DI REGALI IN PEDIATRIA

consegnati due impianti stereo per i piccoli ricoverati a Mestre e a Venezia, il direttore generale dell’Ulss 3 Dal Ben: “Un grazie speciale ai ragazzi e alla Polisportiva Terraglio, sempre di più al fianco dell’Azienda a servizio della nostra comunità più fragile

 

Si è svolta questo pomeriggio, presso la Pediatria dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre diretto dal dottor Giovanni Battista Pozzan, la visita dei “Bambini Terribili” della Polisportiva Terraglio, il team di 14 atleti disabili in età evolutiva coordinati dal dottor Pierluigi Righetti (psicologo dell’Azienda Ulss 3 Serenissima in servizio presso lo stesso nosocomio) che nel 2017 ha partecipato al Venice Challenge di Triathlon-Ironman e ad alcune maratone, tra cui la Venicemarathon.

La delegazione degli atleti in giallo, che vede impegnato tra gli altri nello staff tecnico anche il pluricampione italiano di Triathlon Alberto Casadei, ha voluto donare ai due Reparti di Pediatria di Mestre e di Venezia due impianti stereofonici destinati alle attività ricreative dei piccoli ricoverati, acquistati dopo aver condiviso l’idea con i responsabili dei Reparti stessi.

“L’idea di vedere bambini che donano ad altri bambini, bambini meno fortunati di altri che tra loro si capiscono al volo e che condividono un vero e proprio spirito di squadra è qualcosa dal significato talmente alto da trascendere quello che potrebbe apparire come un semplice gesto natalizio”. commenta un emozionato presidente Davide Giorgi. “Dopo aver consentito di attrezzare la piscina della Polisportiva con un sollevatore elettrico e con un passeggino posturale, erano rimaste alcune risorse frutto delle donazioni raccolte nel corso dell’anno. Piuttosto che decidere per una cena, le famiglie e il dott. Righetti non hanno avuto esitazione e hanno immediatamente pensato ai bambini di Pediatria. Dire che sono orgoglioso di questa iniziativa è dire poco, ma in realtà sono orgoglioso di questo progetto in tutto il suo sviluppo”.

 

 

Anche per il dottor Righetti, coordinatore del team, un anno pieno di soddisfazioni: “I Bambini Terribili erano inizialmente nati per la partecipazione al Venice Challenge, ma si è talmente cementato il gruppo tra atleti e famiglie che nessuno voleva mollare una volta compiuta quella prima impresa. Sono così seguite altre gare, e nel 2018 molte altre saranno le imprese da compiere. Coordinare questa squadra è una bella responsabilità, ma davvero le soddisfazioni non finiscono mai e i tanti sorrisi ricevuti continuamente sono il più prezioso dei premi”.

 

Un grazie sentito è giunto, a nome dell’Azienda sanitaria, dal Direttore Generale Giuseppe Dal Ben: “Credo che questa donazione sia davvero speciale – ha commentato –, per come è nata e per i protagonisti delle tante avventure che l’hanno resa possibile. Siamo davanti ad un gesto concreto, in cui persone ‘deboli’ come i bambini ospiti delle Pediatrie dei nostri Ospedali, ricevono attenzione vera e sincera da altre persone ‘deboli’. Dovrebbe essere sempre così il rapporto tra le persone dentro il mondo della sanità: la malattia non diminuisce la persona, e anzi la fa diventare oggetto di attenzione; e per contro chi è malato si accorge dello sforzo che viene compiuto per assisterlo e curarlo, riconosce in chi lo assiste altre persone, con le loro debolezze e con il loro impegno. Nel rispetto reciproco, come fanno questi bambini verso altri bambini, si compie insieme ogni passo possibile di cura e di assistenza, e insieme ci si aiuta”.

 

La cifra raccolta nel 2017 è stata frutto dei fondi raccolti attraverso contributi di privati, di associazioni, di sponsor e della piattaforma di crowdfunding “Rete del Dono”.

 

 

TORNA A >> mestre